Blog: http://dimensionemorgana.ilcannocchiale.it

UN ABBRACCIO... SOLO UNO...

Dopo tanto che non scrivo nulla, per mancanza di tempo, e soprattutto per mancanza di adsl (amata Telecom) oggi riflettevo su tante cose…
In questi ultimi giorni sono strana, tra l’incazzato e il rassegnato depresso. Non saprei con precisione. E non saprei nemmeno il motivo vero, o meglio sono vari. Da una parte la dura realtà del lavoro, la precarietà, la voglia di cambiare ma la paura di buttarsi, non è certo il momento di fare dei colpi di matto abbandonando un lavoro senza essere sicura di un altro posto. Che già quello che ho traballa… E poi la realtà che convivere non è facile, ti scontri tutti i giorni con una persona che conosci ma fino lì e che torna sempre a casa imbronciata per motivi vari, spesso di lavoro. Vorresti aiutarlo ma non vuole, vorresti che fosse contento di arrivare a casa e di aver timbrato il cartellino di uscita almeno fino all’indomani ma sembra che nulla lo faccia felice. Poi in questo momento di sconforto senti una canzone per radio, una canzone di qualche anno fa, e ti viene in mente la tua vita nell’attimo della canzone… una canzone dei Simply Red, quando è uscita e la sentivo a palla nello stereo abitavo già da sola, andavo al mare con una compagnia di amici, la sera in disco sempre al mare a sfinirsi e a bere, un periodo di grandi feste, di incoscienza… Poi si parla con altre persone che ti chiedono come va la vita ora, e da una parte hai la testa piena di ricordi bellissimi di cui spesso hai la nostalgia, dall’altra vuoi a tutti i costi che le cose vadano bene, e quando non sono al massimo vuoi trovare una spiegazione vera e plausibile, una giustificazione, vuoi il “contentino” per convincerti che tutto andrà bene, che si risolverà, che sarà bello come prima…
Si parlava di ideali, il mio ragazzo ideale… non esiste, sarebbe un mix di tutte le persone che conosco e che porto nel cuore, che non vorrei mai perdere, anche semplici amici, io sono perennemente innamorata di un’idea, un’idea che spesso si plasma perché conosco persone nuove, o perché ne abbandono altre già conosciute… so solo che stasera vorrei tornare a casa e non trovarlo con la faccia a livello pavimento, o che fa scena muta per tutta la sera, o che ad una mia parola non mi risponda male… oggi proprio non è giornata, vorrei solo un abbraccio…

Pubblicato il 21/5/2009 alle 18.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web